Fragilità ossea da terapia antitumorale

LA CAMPAGNA

Ora pOSSO vuole sensibilizzare le donne con tumore al seno sulla fragilità ossea generata da terapie di blocco ormonale.
La campagna è promossa da Amgen in collaborazione con Europa Donna Italia con la partnership di F.I.R.M.O e SIOMMS e il Patrocinio di SIE, Fondazione AIOM e WfO.
Ora pOSSO oltre a promuovere la consapevolezza sulla fragilità ossea e sulle possibili terapie, per questa edizione offre un supporto in più alle donne con un programma incentrato sullo stile di vita sano e attivo.
Per questo vanta il Patrocinio del Coni e ha Progress Lab come partner tecnico.
1 paziente su 4 fra le donne ammalate di tumore al seno subisce le conseguenze della fragilità ossea indotta dalle terapie ormonali con inibitori dell'aromatasi.1
Evitare una frattura da fragilità che condizionerà la qualità della tua vita è possibile.
Parla con il tuo oncologo delle soluzioni terapeutiche per prevenire e trattare la fragilità ossea.
Affrontare il tumore al seno con tutte le armi a disposizione per non diventare più fragili è un diritto.
Partecipa anche tu alla campagna, condividi l’iniziativa sui canali social con #oraposso
Un particolare ringraziamento ai gruppi Facebook, “Cancro al seno insieme possiamo sconfiggerlo”, “Le Toste… rinascita dopo il cancro al seno”, “Tumore al seno”, “Tumore al seno ..Wonder Women”, che attraverso le storie di Paola, Giuseppina, Rony, Antonella, Sabrina e Ada, hanno reso possibile questo progetto.
1. Indagine ONDA – Elma Research “L’osteoporosi correlata alla terapia adiuvante ormonale con inibitori dell'aromatasi nelle donne con tumore alla mammella”, Marzo 2016

Le donne con tumore al seno
contro la fragilità ossea

INFORMAZIONI E APPROFONDIMENTI

1 TUMORE AL SENO
2 TERAPIE
3 PREVENIRE
4 QUALITÀ OSSEA
5 ALIMENTAZIONE
6 ATTIVITÀ FISICA
7 FARMACI 1
8 FARMACI 2
1

TUMORE AL SENO SEMPRE PIÙ ALLO SCOPERTO

Sono circa 800 mila le donne in Italia ad aver ricevuto una diagnosi di tumore al seno. Il 5%-7% dei tumori mammari risulta essere legato a fattori genetici, 1/4 dei quali determinati dalla mutazione di due geni, BRCA 1 e/o BRCA 2. Oltre all’età, ci sono altri fattori di rischio associati a questo tipo di tumore, legati a fattori riproduttivi quali un menarca precoce e una menopausa tardiva, nulliparità, una prima gravidanza a termine dopo i 30 anni, il mancato allattamento al seno, senza dimenticare fattori ormonali come la terapia ormonale sostitutiva durante la menopausa, oltre alle condizioni ambientali, alle abitudini alimentari (elevato consumo di alcool e di grassi animali e basso consumo di fibre vegetali) e allo stile di vita. C’è poi una piccola percentuale di tumori al seno che dipende da fattori ereditari, che suggeriscono di sottoporsi a controlli periodici fin dalle età più precoci. Il tumore della mammella rientra anche tra i tumori che in Italia, così come in tutto il mondo, hanno fatto registrare le percentuali più alte di sopravvivenza, grazie a diagnosi sempre più precoci e a nuove opzioni terapeutiche in grado di consentire alle donne colpite, soprattutto con meno di 50 anni, alte probabilità di guarigione.
Fonti: I numeri del cancro in Italia 2018; Linee Guida AIOM 2018, Neoplasie della Mammella

L’IMPORTANZA DELL’ATTIVITÀ FISICA

Condurre una vita attiva è essenziale per la salute dell'osso: nella vita di tutti i giorni è bene praticare 30-40 minuti al giorno di esercizio fisico d’intensità moderata, commisurati alle proprie capacità, come camminare, nuotare, andare in bicicletta o anche ballare... ognuno deve trovare l'attività che trova appassionante o semplicemente piacevole e rilassante. In poche parole quella più adatta alle sue esigenze. L'attività fisica migliora tono muscolare, coordinazione, equilibrio e riflessi.
Gli effetti benefici dell'attività fisica per la salute delle ossa e per la salute in generale valgono per tutte le donne, indipendentemente dall'età e dal peso. La pratica regolare di esercizio fisico moderato contribuisce, infatti, a preservare la massa ossea stimolando il metabolismo dell’osso.
L'esercizio fisico serve anche a prevenire le cadute, causa più frequente di frattura (per esempio del femore) a qualunque età.

LE TESTIMONIANZE

dottoressa-pedersini

dottoressa-brandi

d-antona

giuseppina

paola

antonella

sabrina

ada

rony